Logo Regione Marche
Voi siete qui:
Dipendenze patologiche

 

 

 

RESPONSABILE: Dr. Carlo Ciccioli

 

 

 

 

 

Corso Stamira, 40 - 60122 Ancona- Tel.071.8705980 -Fax.071.8705970 email: carlo.ciccioli@sanita.marche.it

 

 

 

 

 

 

 

 

COMPETENZE

 

 

 

 

Il Dipartimento costituisce la struttura di riferimento della Area Vasta 2 sede di Ancona per i soggetti con problemi di dipendenza e per le loro famiglie; garantisce agli interessati la riservatezza degli interventi e, ove richiesto, l'anonimato. I relativi interventi nonchè quelli di carattere preventivo, quando opportuno, sono effettuati a domicilio o in altre idonee strutture. ll Dipartimento Dipendenze Patologiche è presente nel territorio con sette sedi, ed un'Unità Mobile. Tutte le attività sono svolte da èquipe multidisciplinari ed il personale è composto da professionalità diverse:

 

 

    • medico

       

    • psicologo

       

    • sociologo

       

    • assistente sociale

       

    • infermiere

       

    • amministrativo

       

    • educatore

       

    • istruttore professionale

       

    • ausiliario e O.T.A.

       

La prevenzione, la cura e la riabilitazione sono gli obiettivi del Dipartimento, perseguiti attraverso l'offerta di specifiche prestazioni sanitarie e socio-sanitarie al fine di accrescere il patrimonio di salute della comunità.

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTICOLAZIONI

 

 

 

 

 

 

 

I servizi del Dipartimento provvedono a:

 

 

    • attuare interventi di primo sostegno ed orientamento per i tossicodipendenti e le loro famiglie;

       

    • attuare interventi di informazione e prevenzione particolarmente nelle fasce giovanili di popolazione;

       

    • accertare lo stato di salute psicofisica del soggetto anche con riferimento alle condizioni sociali;

       

    • certificare lo stato di tossicodipendenza ove richiesto dagli interessati o per le finalità di cui alla legge n.162/90;

       

    • definire i programmi terapeutici individuali compresi gli interventi socio-riabilitativi;

       

    • realizzare direttamente o in convenzione con le comunità terapeutiche il programma terapeutico e socioriabilitativo;

       

    • attuare gli interventi di prevenzione della diffusione delle infezioni da HIV e delle altre patologie correlate alla tossicodipendenza, sia nei confronti dei soggetti in trattamento presso i SERT che nei confronti di quelli in trattamento presso le strutture convenzionate e presso altre strutture di riabilitazione;

       

    • valutare periodicamente l'andamento ed i risultati del trattamento e dei programmi di intervento sui singoli tossicodipendenti in riferimento agli aspetti di carattere clinico, psicologico, sociale nonchè in termini di cessazione di assunzione di sostanze stupefacenti;

       

    • rilevare i dati statistici ed epidemiologici relativi alla propria attività ed al territorio di competenza.

       

Infine, avvalendosi anche delle strutture di recupero sociale, i servizi preposti attuano periodicamente sui tossicodipendenti in trattamento i seguenti interventi alla prevenzione delle infezioni da HIV e delle altre patologie correlate alla tossicodipendenza:

 

 

    • individuazione dei comportamenti a rischio;

       

    • informazione ed educazione sanitaria ;

       

    • visite mediche e interventi diagnostici;

       

    • test di laboratorio per l'HIV, previo consenso, e correlativo supporto psicologico;

       

    • test di gravidanza, previo consenso, e con gli adeguati interventi di consulenza.

       

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 





' '