Logo Regione Marche
Voi siete qui:
Dipartimento delle Dipendenze - attività

Prevenzione

Le attività di prevenzione specifica si inseriscono in un ambito più ampio di
promozione della salute del cittadino. I coautori e, contemporaneamente, destinatari
degli interventi sono: altri servizi e dipartimenti della Area Vasta 2 - Ancona, enti
locali ed istituzioni, mondo della scuola, ambiti sportivi e ricreativi, locali pubblici ed
associazioni, associazioni del volontariato, privato sociale, scuole guida, opinion
leaders ecc.

La strategia del S.T.D.P. è quella di promuovere l'autonomia e la consapevolezza delle
scelte delle persone, aumentare il livello di informazione e sensibilizzazione ed
accrescere le possibilità di aggancio di situazioni "non visibili".

In particolare, per quanto riguarda la prevenzione in ambito scolastico, l’S.T.D.P. è
presente con il servizio C.I.C. sul territorio di competenza in 10 Sc u o l e
s e c on d a r i e d i I I g r a d o (per 20 sedi). Gli operatori, in collaborazione con i
docenti referenti, con i rappresentanti dei genitori e degli studenti, attivano diverse
modalità di intervento che vanno dallo sportello d'ascolto, all'incontro informativo in
classe, all'incontro assembleare, alla formazione attraverso l'educazione tra pari ed
a qualsiasi altra forma elaborata in èquipe.


Il Servizio “Unità da Strada” ha permesso in questi ultimi anni di operare per una
prevenzione secondaria e terziaria più mirata. Grazie a questo specifico intervento
molte persone hanno avuto la possibilità di un aggancio precoce al servizio e molte
altre hanno evitato decessi per overdose.


Cura

Il sistema di intervento offre alle persone con comportamenti di dipendenza tutte le
prestazioni di cura riconosciute valide ai fini di tutelare la salute globalmente intesa.

L'obiettivo di ogni intervento è quello di portare i singoli soggetti all'astensione
dell'uso di sostanze illegali e legali e di contrastarne lo stato di dipendenza; si
riconosce comunque come realistico e rispettoso della dignità delle persone anche
l'obiettivo di migliorare lo stato di salute e la qualità della vita, nonché di eliminare e/o
diminuire i rischi, complicazioni e danni, in quei soggetti che non sono in condizione di
astenersi completamente dall'uso o dall'abuso di sostanze.


Gli stati di dipendenza sono patologie particolarmente complesse per quanto riguarda
la diagnosi, la prognosi ed il trattamento. Per quanto possibile ed in relazione sia alle
risorse disponibili che alla volontà del paziente, ogni caso è affrontato a livello
multidisciplinare, cercando di cogliere e risolvere anche quelle problematiche di tipo
sociale ed educativo.


Il “trattamento integrato multi-modale e multi-professionale” dell’ S.T.D.P. si basa
sull’individuazione di strumenti utili al raggiungimento degli obiettivi prefissati e
ragionevolmente raggiungibili. L’opportunità d’interventi integrati tra diverse figure
professionali, nonché la necessità di variare concordemente nel tempo gli obiettivi da
perseguire e gli strumenti da utilizzare, trova spiegazione nelle caratteristiche
psicopatologiche dei pazienti. Le strategie terapeutiche rappresentano l'integrazione
funzionale di "strumenti e tecniche", mutuati dalle diverse metodologie terapeutiche,
finalizzati al raggiungimento di obiettivi specifici e condivisi. Con l'approccio integrato,
cioè l'applicazione contemporanea e/o sequenziale di "diverse metodologie
terapeutiche (farmaci, psicoterapia, counselling, interventi sociali) e multimodale, si
riesce a personalizzare sufficientemente l'intervento, sino a raggiungere i migliori
risultati.


Riabilitazione
Interventi di promozione della formazione professionale, della formazione/lavoro, di
inserimenti lavorativi, di progetti di vivibilità quotidiana, di progetti di reinserimento
all'interno del nucleo familiare, sono ritenuti di fondamentale importanza in quanto
senza di questi esistono enormi possibilità di ricadute.
Realizzare, in questo senso, una rete territoriale in grado di favorire l'integrazione
sociale e mantenere lo stato di salute della persona, attraverso momenti di
sensibilizzazione, informazione e confronto tra il Dipartimento ed istituzioni diverse,
rappresenta strategicamente un obiettivo forte volto al miglioramento del servizio reso
ai cittadini in termini di efficacia ed efficienza.





' '